-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

domenica 3 luglio 2011

Natura giuridica della proprietà dell'euro

Natura giuridica della proprietà dell'euro
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-006243/2011
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Mario Borghezio (EFD)
Oggetto: Natura giuridica della proprietà dell'euro

Alla luce della discussione scientifica in atto a livello internazionale sul signoraggio della moneta e premesso che detto signoraggio sta a monte di tutto il sistema monetario, poiché si colloca nel momento di emissione della moneta;

posto che, allo stato attuale, non è dato individuare chi sia creditore e chi debitore nella fase della circolazione dell'euro, mentre i popoli europei hanno pieno diritto di conoscere se siano "creditori" in quanto proprietari o "debitori" in quanto non proprietari per un valore pari a tutta la massa monetaria di euro posta in circolazione;

può la Commissione precisare, in maniera chiara e definitiva, a chi appartenga giuridicamente la proprietà dell'euro al momento della sua emissione?

2 commenti:

  1. La proprietà dell'Euro è dei cittadini. L'Euro è una moneta finta, fittizia, creata dal nulla, senza valore intrinseco, non convertibile in metalli preziosi e non garantita, è solo una unità di misura del valore dei beni e servizi prodotti dai cittadini usata come mezzo di scambio dalle nazioni entro cui circola.
    Proprietà della BCE è al massimo il costo di produzione delle banconote (carta, inchiostri di stampa ecc, pressochè zero): 3 centesimi per banconota di 100 Euro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina