-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

mercoledì 2 luglio 2014

CONTI IN TASCA AGLI OLIGARCHI UE: CATHERINE ASHTON

CONTI IN TASCA AGLI OLIGARCHI UE: QUELLA COSA INUTILE DI CATHERINE ASHTON (ESTERI UE) COSTATA 2 MILIONI DI STERLINE!CONTI IN TASCA AGLI OLIGARCHI UE: QUELLA COSA INUTILE DI CATHERINE ASHTON (ESTERI UE) COSTATA 2 MILIONI DI STERLINE!

IL NORD, mercoledì 2 luglio 2014

LONDRA - E' un fatto abbastanza risaputo che i commissari europei navigano nell'oro grazie ai soldi estorti ai cittadini italiani ed europei ma la stampa di regime italiota censura queste storie al fine di evitare che i cittadini italiani vengano contagiati da quel populismo che e' cosi' malvisto dai vari Renzi, il fu Monti e Napolitano.
Ed indubbiamente tutti coloro che sono stati ridotti alla fame e alla disperazione dalle misure lacrime e sangue imposte dalla UE scoppierebbero di rabbia se sapessero che Catherine Ashton, negli anni in cui era commissario europeo per gli affati esteri (il suo mandato scade ad Ottobre), percepiva una remunerazione annuale di £287.583 (pari a 343mila euro all'anno) grazie alla quale era diventata la seconda donna politico piu' stipendiata al mondo.

Adesso il suo mandato sta per finire ma anche quando non sara' piu' commissario europeo la signora Ashton continuera' a ricevere remunerazioni da nababbo.
Infatti nei prossimi tre anni ricevera' una buonuscita d'oro di £400.000 (pari a 480mila euro) tassata all'aliquota minima dei funzionari europei e il cui scopo e' quello di garantire che ogni commissario europeo non accetti incarichi per il suddetto periodo al fine di prevenire possibili conflitti d'interesse.
Pero' tra 18 mesi puo benissimo cercare un'altro lavoro ma deve chiedere il permesso alla commissione europea e qualora' ne trovasse uno potra' mantenere tale remunerazione se il salario ricevuto e' meno di £134.000 (pari a 160mila euro); qualora ricevesse un salario superiore questa buonuscita d'oro verra' ridotta.
Ma i benefici per Catherine Ashton non finiscono qui visto che dal 2021 ricevera' una pensione di £61.000 all'anno (73mila euro) alla faccia di tutti i pensionati italiani che sono costretti a rimendiare un pasto caldo alla Caritas.
A rivelare questo scandalo e' stato il Daily Telegraph e non c'e' bisogno di ricordare che tali storie sono uno dei motivi per cui la maggioranza dei cittadini britannici vogliono uscire dalla UE.
Sarebbe ora che anche gli italiani si svegliassero e iniziassero a chiedere spiegazioni a Renzi e al suo governo composto da ministri venduti e nullafacenti.
GIUSEPPE DE SANTIS - Londra

1 commento: