-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

venerdì 17 giugno 2016

Banca nazionale svizzera. Verifica della governance

15.4053 Postulato
Banca nazionale svizzera. Verifica della governance
Depositato da:
Bischof Pirmin Bischof Pirmin
Gruppo PPD
Partito popolare democratico svizzero
Data del deposito:
25.09.2015
Depositato in
Consiglio degli Stati
Stato delle deliberazioni  
Adottato 
 
Il Consiglio federale è incaricato di illustrare in un rapporto se, e in che misura, la governance della Banca nazionale svizzera (BNS) debba essere adeguata alla situazione attuale tenendo conto della sua indipendenza.
In particolare è invitato a rispondere alle seguenti domande:
1. L'attuale effettivo ordine di competenza della BNS (il professor Paul Richli parla di "espansione della competenza") corrisponde ancora alla base costituzionale e legale vigente? È necessario adeguare il mandato della BNS e/o le basi?
2. Con riferimento alla forma giuridica (SA di diritto speciale con azionariato statale o privato), alle nomine o alla dimensione e composizione della direzione e del consiglio di banca è necessario intervenire?
3. A livello di rendiconto e di comunicazione occorrono adeguamenti? Oltre agli orientamenti informali odierni della CET dei due consigli è opportuno introdurre indagini conoscitive?
4. In merito alle domande di cui sopra come è la situazione giuridica nei casi di banche centrali estere comparabili? Nell'ambito della good governance occorre intervenire?
Dall'ultima revisione totale della legge sulla Banca nazionale l'ambito regolatorio e della politica monetaria della BNS in Svizzera e all'estero è notevolmente cambiato. Su scala mondiale la disponibilità ad agire da parte delle banche centrali è accresciuta sensibilmente e comporta ripercussioni dirette su tutte le economie nazionali. Il principio dell'indipendenza della BNS ha dato buoni risultati anche e soprattutto in un ambiente difficile. A maggior ragione la legittimazione politica del mandato e del suo adempimento da parte della BNS deve essere interamente ancorata nella Costituzione e nella legge, visto che le decisioni della BNS non soggiacciono giustamente a nessun controllo politico o giudiziario. Allo stesso tempo a livello mondiale sono aumentate le esigenze in ordine a trasparenza e comunicazione.
Il Consiglio federale propone di accogliere il postulato per esaminare la questione. Il rapporto che ne risulterà offrirà l'opportunità di analizzare se esiste veramente la necessità di modificare la vigente legislazione in merito alla governanza della Banca nazionale svizzera (BNS). Il Consiglio federale non mette tuttavia in questione né l'indipendenza della BNS né i suoi obiettivi. La risposta al presente postulato può essere integrata nel rapporto sui postulati accolti concernenti la politica monetaria (Bischof 15.3091 e Rechsteiner Paul 15.3367).
Il Consiglio federale propone di accogliere il postulato.

Cronologia

Dipartimento competente

Nessun commento:

Posta un commento