-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

sabato 21 luglio 2018

La manina invisibile del cartello bancario e i documenti scomparsi

La manina invisibile del cartello bancario e i documenti scomparsi...
 data:image/jpeg;base64,/9j/4AAQSkZJRgABAQAAAQABAAD/2wCEAAkGBxASEhUSEhIVFhUWFRUVFhUVGBgYFRcVFRUYFxUXFhUYHyghGBslGxgVITEhJSkrLi4uGCEzODMuNygtLisBCgoKBQUFDgUFDisZExkrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrKysrK//AABEIAK0BIwMBIgACEQEDEQH/xAAcAAABBAMBAAAAAAAAAAAAAAAAAQQFBgIDBwj/xABHEAACAgEDAgUBBQQHBQQLAAABAgMRAAQSIQUxBhMiQVFhBzJxgZEUI0KhM1KCsbLB0WKSk8LwJFNyoggVFjREY3Ojs8PS/8QAFAEBAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAP/EABQRAQAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAD/2gAMAwEAAhEDEQA/AO44YYYBhhhgGGGGAYjYuI2Bjhhi4BiYuJeAYuQvirXvDGjq+weYd7cfdWGV65+WVR+eQzdY1B0wHmSed56R1EsRnK0gfaj+ju3LHgXgXI4uQHRf2wSKmoYnZC7O1LtZpZv3SllUBnjjQhioAO+67Yxn8YOBuWJCDEZlHmHeqGNpITKu30GQK1AE/dPxgW28MrnTvFKSO6kJSTSISj76iVHZJGAHBby3G36Zr1niOaJVLJEWdfMEYflEZ4lRXPNsfMY2OPQfi8Cz4ZVdL4reVfMjjTaroj73KtveTyxEg2m5BzYNc0Pki04C4Yl4uAYYHOWfah9ogh8zR6YkyBSsjgkBWYdgw54uzXvxYo4HR4OqQPIYlkUuLtR9O9HsSPeu3vjzPLnhDruqi1SspaV5GQVyz2t7CgsVVldvYqzLxdj0s3UVQReaCjSbVA7gOQCVLDj55+hwMtd1KKEqJGouSFG1jZAs/dB7AEn4AJ7A43TxBpCVHnKCzIig2rFpQxjpSAaYI9HsdprNXUZYZn06CZQ7CSaIVfmJ5LRkj6DzlOV6TpekjBgOuKmBZJWva0qtFHC/mSSMCXEashF81IBdDAtTdZ0wFmZKvb35Lc+kDuT6W4H9U5jD1vSsQFmjJPaj3t/LG09j6/Tx75VF6RCheSLX+WXjaS1UelJv3u+M36AxXcau/V7kVkemadE89dWkaK7bN0RVYljkTVGNkLA+nypTyAdpHHHIW3UdUgjXe0gClmQVbEupYMoC2SRta/jafjE1HVohE8qurBdouztLOqtGoZQb3b0qgfvDK6sah7XXKD5mpjvyuU86ZGkCsWoSB2RQxtea25sm/ZjpfKjmEYaRZIyEnJKxyxFdqhldxRiXchA5FcYE8erxBEdyy+ZwqlW3k8kgIBuNAEk1VC+3OKOs6fzPK81d97dvy3AKg9mIsWAbF85B6yGDURw7NWA0cRYyAyhjAyRuzDbKpujC1vv9rBxvo9Du8qNJ5DsYmFm08gUAOsjtKXI8yRu2/gXfFnkLPD1SFpDCrgyLdrz/AA0Go9iRYsDtfOPMrXSBHHIQ2o3+UXjSo2RAZGLvuk5WWb0HcVIrm1BPMxo+qwysVjZmq+dj7OKBG8jbfPa77/BwHuGGGAYYYYBhhhgGGGGAYjYuIcBMTDFwDErFxMDRrtFFMhSaNJEJBKuoZbUhgSDxwQDlT8NdVh1Et/scUbySK7OAN7MqMwcmvUQUrvlj69rzBCZAobkCiaFHvzWR/U9QIhAdPp43kcsqAKeCI2bbuQegXYLNQF/PBCM1HiyJH83bEGJhjldpCtRh599WOSgW69y9e2beryaTTyMh0sSxKFkY+Q+ySXcXjAZE8tWD7TuY3bdhV4113XViKS+RpwssbAMFZ5E05a1MiqOUcktXAFMTwGIz6jr3VXmm02k8xIYljVjZ/wC0O6hDN2VdquSFu778cg40+qidtMsulhN/0ZMbJ5QQUuwTIGoW1GlFHj6tNFqNO5eOHT6NfK1W1eA1JIGhWWlApztlWr+6Bz7Y4k6vHqGYrBFKiGFIS8bsHaVYWiPmldigNICQu40t9+MNN1tLKEaWNYHSHzOdjEMu1IFq1AJAuyA3AvAedEeOSdX/AGeBS0XnRunMqRu1J5np4LqzHg+zjnubLlZ6T1FA0aQ6eNPNTTSt5Y4DTiZpN+0CqWGgx92A+Ms2AmGLiYCsM4p9qHgRt0msjHJZnkoEowJvcKH7pwOCD6Wq7DEg9llmplUd2J/JVFk/3D+0MrGq12qkdBHHJHK24b18uTTvCG/pdjOrXRUjgG2r1DArv2PeDhp4hrJV/fTC0scxxHtV9iw5P0ofOdOI4/LI7R9OYOHlmaRh90UEjW+DtjXufqxYj2ySwK7o/DTK0LPqXZoFiVNqqqVGrobXkncrsDz8fGa9X4RV55JxMyvIVDUq15Y3BkF3yylASb/o14ya1HUoUUuzgKrrESfaRnVFX8SzKPzxnH4k0rKHV2ZCqvvWKVk2uoZLdVoEgrweeR84FT630xdNMhDkmOISB5DGsYjilHlpJbL5hUsAvbseQTm5mbV6dlMTogLvPLqiiNc+kPmboRdBI9QBtNf0e2/4skup6fR6zURSeZIJUDRxGONxLp5LDNISykR2KWpF2ntz2yO1Gh0MzSytPuTV+chaPTDeQIv2eYNqNjFVAjY8ba57jAbw9LHlPLKky6Z0G3zSPOIOpaVV8tTv3Sh44xbbvQtgMSBhF0wyyLptUsiyOOVkqaIq/wC943SuR/7q4KsWssO44x7qegL5itPrJXn9MsJSOcxqRIjLJLCHdCu5R/UUAsQFPI2Sxaf0znqDeaJkLziNST5iPBFEiFSsaDziRwask3ZOBh07pqtqdTpY3kjCRum9wriUTpEJSh3cbGRQRQA30ABWW/pOjaKMIzlyCTZ3e/t62Zv1Y5WNLpdFppBqDqZmkiafzmHmurefI/mqYgGEa+aljaB/RgWR3sMniDSqSDKLCSyHhuEgfZKe38LWK78H4wGJ8PSsAj6k+WruyrGnltTlyd8m4sz+sjcCoIuxZsOPD/RW024GXeDdCmABLFrouQOSfuhfrZ5x3oerwTMyRvbre5GVldaCn1K4BHDoefZhj7AMMMMAwwwwDDDDAMMMMAxDi4hwMcXDMHlUFQTRY0v1IBah+QJ/LA06/WpChdr7gBRyzMeFRR7sTxkfpdVqUkQajZtlvbsB/dSckRM1+sFezcepT/WAyvajxHF52oLEnUwHbDDIKQI0nlmRAPvMaNm7AIAoNyw6VrpdTNMGkYux8mEey7m3mTjt5fl7r+aHvgdEmhRxtdVYfDAEWPocSLSRqFVUVQn3AqgBbFHaB24+MbxaEeY7n3kWRRZ+8IhGSQO/H+uPsBrD06BCSkUakuZCVVRchBBc0OWokX9c0yeUk0amNBany3oCmjBAQccHY8hA+N/1yQzTq4EdSsgte5+hHIII5BBFgjkEYGDdPhKNGYkKObdCoKsaAtlqj91f0GYf+rdPuR/Jj3oAqNsXcqrdBTXAFmgO1nIvpXV0L+Ws4lQpvBc7ZUWiQSGoyoQDTgWK5vkhpN1XUO4miiYorJHtq22yLvJYD7th4D9NpvAea9I9O+nSCCIO0ihQEC1GppyoWuVWVz8C2OT2QGr6y8RjeaGgfSCOX3siMVUd+TvUD3KqPfGvTPFQeZdOAHe2DsGFCSyzoh/iEYsFvkULO7aFqwxLxRgRGolLagoPdCl+6jaXkYfmdOPzzb0tQzyyDtu8lK7BIbUj/iGT8gMIoK1JY9yjn/eMa/3RjIbw14gQiLTiKRnKJIzqFaNTMDIxcq1pyeQwB9QoG8C1DFIxFzI4EJ1Tw8s8EkDSMqySO5K0GG4Gtp9iCQwPyBjT/wBklqRBMwjehsFil9I2ghhVKoAZaYfOWOWQKCSQAPcmh+Zyqa3xZJHucafzY1YAmMksB/ENpFkjv2AqxdgWD2Lw7JH6YNS0a7FQ/u0L+h5HSm4FfvCGtSWq7BJJWHwyiIY0lfb6qDU1btP5BrtxVNXyD84y0XjzTSTJCVdWkVGWxZt1JKsO4III/HLWuBGydGRpRIxJIiWNR6gAQWO4gGifV7jj5yDfwbDv2PPJ+9RlZU9O/bG0e7cL2tskPaidq/1csev1uzaiANK/CJdXX3mYgHai+5r4HcgFtpZHnkRzG0axBrDCiZWG0hflFG71DhtwrscCPh8KMkhkXUsCzB5AUUhpFaRlejwDcg9quNTQIxNT4OVw9zyW3mAEABQsvnblKj739PJzY9qqstGGBC9P6AIKEUjAKrqLCs1M24W3dyD/ABNbHuSTZMvGpA5N8nntwSaHHwKH5ZnhgGGGGAYYYYBhhhgGGGGAYhxcQ4CZE+IJW2VH/SL+9UngKE77j7BhafXcfg1JyyBQWJoAEk/AHJyEUO1cU7lWa+adhaKfpEg3V7ttPvgVDxl4cm1rQa7QD96D61YheaUEOeP4VCOBdFAPnLL4M8ONplaSbaZnqwpsRrQtQ1CySLJ+gHteTfT9MiWYydpJ49twNMw+pIs/J57kkvcAGGGYyNQJFWATyaHb3PtgaItfEzmNW3MthtoJVSO4ZwNob6E3m93ABJIAAsk8AAdyT7ZzdvHum0su15A7/wAfLVuJ9QUD0Q83Skc8bmBJy56mSPVwtHFMFY7CeLdBuDeqNuRYBHPzgY9R1UQjHlNGPOdU3KAbDOFY0O/cAn2vI7rscoEGmSX9niZSdRqFIVyI1VRFGx5DvyS3JVUPbjNniDRBI1VWdEEbRmVdxaMlo3EjEWTexrJBG4i7BOZzdaVJVby2ZpIIzHdLQZiXG48KaKEjt6VF9sCQ0+oBLadNwCxjbLvWTvwO7F7B92FGu+U7wvpBFrpjt/eJGdPEaIjYrcuwv2DUAxAvv3sEtNa/q8UU0SBCoj5RxWx42VkkRW7DbJ5QIvg7T2x/BpfM1PnBaVS1sSCXkUeUAo/hRR5vHFl7+cBel9LkDiedy0lGhuO0X34+6OOAoFD3LH1ZNHDEOAxlNalPhoZB+avGR/Jm/TKH0rVzQz6daEpWJIY13qjgMSJQI1J3VtPqYL/RAUfvZe+sHaI5v+6kBb/wODG9/QBt39jK/rulORONOI11MUpdJGQM5ik3SgJZAB3PKgJ7UawLeuZZA+FepGVGjdmd43ZTKU2xygOQHjYcMOK4Pcc/WVmnbdsQAtQJJ7KCSB25JNHj6dxxgaOtyBYW7ntSqadjf3VPcE9rHI7jnK9qGJEUoeTSmMAGONUk049XZ0ZFkf08WoFXx7468QdR0UQVtbqUBVvSqqpO6iDSUzngm+e2VKHxhpzMINFEsmnIU7TAFijKHhvUwr7pN0tbRQJJOBq+1LViTUQxQrvlIQoEG7cGNlqUbnATtRI78cZeekTzPFFFv2vs9UjJu3hKViludrWy/fv8DkSG00qlvKeQRqmkWWParyNK8ZkjQNXosRgm6osPY5adDpdp3t94qFq7CKOdq/PJ5Pv+QoM9Doljsglnat8jm3au1nsAOaUAAWaAvHeYjMsAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDDDDAMMMMAxDi4hwGHVzaLH/3rrHXypO6Qf8NXzPqDEAKnDSNtBHcWLZvxCqSPqBmGqozwr8CWT/dUJ/8AtzVpn3zD/YSSv7cxH90f88CRjQKAoFAAAD4A4GZYDDAMj+uzKsR3HgkbvrGvqlH/AA1fJDObfbJ1p4YTGjFXdAlivuSs3md/ciMD+0cDifXdadRqZpgP6WWRwKrhmJA/TJ3wj40l0hSGYloAwprbzdOCRuMLDmvcxkFTVVlY8s/dUm2ofibFce/NZd/Hf2f6uC9SkW6EgM6odzQkf1gBytAHcL97rA6LrvH5jjMiS6aWNVBV0ZS8p91MLSI0bAVYG7vYHtjzwv1BDpY9ZEiFFR0lUsFZApBUh3oEBFTgleCD9D5zZRf4/wAstPgrraiN+n6mTZptQ6F3JICFDfNc7WpQe3buOTgdm6T1TSdWDynb5UIdNh5cFwLkYkUo2qa22O9n2yQ8E9UhlhMcZpomZGXduIJO/v7j1gE+xBHtlc6loNJ0rQz6jT+tZzpoyFP7soZAh2EEnlHkJO4nGni3p0mmRuo6f+mhcpqR281EalmJWqkKbNx9wxuwKIdSGGcy6B9qOmfaHlYEk3HMo31x6kmjUIff0MLNcHtfSo5AwBBBBFgjkEexBwCaJWUqwtWBBB7EEUR+mU2frXlSAhrMR/Zp5TyrKWPkMqg3LICGBA4BMln01l1yqa/pE7SvP5aNKpaPToa8n9ncfvRJxwzksSe97QLG6wmdMTEBalY6JIuzGfUxs3937oCqKWviqez6WN6LKDXHPx8H5H0yC8NzlP3Ukjux4Rn4+6LMRWztkX8SWWmtuaidX9o+jgf9/PHsdWZUjVnkWmUR79t8upLcgVVc98C0a7pEMq7TGl7SgJQGlJBKj4BodqyB0fQIW82NkjSZGvdEHRWRwdkm3eTz6hdggqaPAOQWr+2TQiNmijkeQEARv6CwP8QYbgAPg85D9J8YB/M1zTSLKS0bxsy7QlbljgjJ2oq/eaaT6+k3QC+ny9PJo9OTwPMddivt30I03csQD5j+pjyR3vLIueZ9f471kk3mJJsVJFkUCyHZGtfMZvU/vQNAewXPQ3h7qg1Wmh1CihLGr18FhZH5GxgSoxcxXMsAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDDDDAMMMMAxDi4hwI6c/8AaofrDqP8cGY9OhFtJfO6RCPos7kH+eL1MbXgk9hLsY/7MqlR/wCfy8i9R10aeeXTlC0jOrwre0OrxlmG8igQ0cpr8PrgWU4ZrgmDqHHYgEfmLzYMAzj/ANupNxLX3irDjvtEikX+JX9c7BlZ67pNNO0seqRihKqklEoh2g7ePusD6txFHcBfFAON+MfAjaSKLUxy+bGyo7kDaYy/3W7n0HtfsfxGdv6T1iN9NBLIwuSFJCBbcbRvY7b9IP8AEeMa9E6cCAjmJ44UkgRVFq8UhRhdkgqAgWuex+OXWi0CMHSMIkG4qdotpa+9bk8LuLrVHsaIvA419rfgsaOX9qgSoJT6gO0UhPb6K3t+nxnPZAtcnuOK75636noo54pIJACsiFWB+GBF/wDXxnkmXStG7Rv3jcqfxUlT/dgSXS+sTJG2lLbojbLGeVEu1gjgdgwLX8WBd53vwU/7d092nO8akMr3VmolgksKAASUY18EZ5z87a4K9wwIP6fOdVki6jptIuv0UrmKSOKV4xRWEqv74mNh6l4ABHIF32BwOd9Q6LJBqpNG4/eK+xSTXN+hh9GFH8Gy9/ZL4tngmGn1LP8As8hMaM49EWoskLvPbdyKvvXHfGHi7rA6gsYkhC6yFoAZIwQsiTqpoi7BVyBVn73FWQLDqPA/UNV+48xIdOGVpQxBlZzyHdU4d9tckgd6r3DrkmoRa3Mq7jS7iBZ+Bfc5sYe9WaIH+l5VNJoVih8iJJHYAI8j8yCGPjaJJKBdgOFBpd9+wue1YM8H7mQL5gRlajRQkMRwQRuWxYNi8CgeIdbDtkl1MgjfeA4eHUeggKfJDI4Vttja6lSCbvk3yzxV0mBHRtLMkwZFJ2G9r1yooVf0H6AZcftwiMaadWKl3Z+I08uMJGFAVVsk8sOWJ7cUOM5bDKRdH8R7YGWji9XILV3F1ZJCgX7AkgYmqlO5kHPNfQkHvXsPgY/aYmMykL6gYR3tyQCzE/K+g2feueMj2Jpns8uBfzwST+uBqa6F9vbPSv2U6jf0vSn4Qp/uOy/5Z5qJ4A+meifsWe+lxL/UeZf/ALhYfyYYF+XMsxXMsAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDDDDAMMMMAxDi4hwG3UNL5sbJdWOG/qsOVYfUMAfyyreJNM+phR1Plu37iQEgKsoJCByVa0Em5arkSj2OXLKxriVllV0tJFPmIoP7yKqEsY7+bGKVlHJAUjsBgJ4c6jsVdNMSCAFiLCt6jgAEqrNVfeKKGvi8s65R5FAJfzdpIj86QM5DwGRWGogC2F3chyANpZmsd2nvD/VN6qjlQ5QOi7y8piKgq0oIG1uefY+2BNLlf8AEE7Ql3q0eM9qBEyAlGBPG7hOPfb8qAZ5MXAhWUSIY0DOXdWld1IWtwLWWA3ekbQqg+wNd8lJgQFCKKsKQOCFIq19uODXwDhNLzsVk8yg21jzt3UTQ5ruL9j89srX2heKBoYN9EljQVTTG+K3d1Hyw5HAFFgQD3qHW9NpE8yeQFlVY3k4G4rzXflrJO0Wee1Z5y8TIrTvOptJ3kmSj7NK/B+oIII/1xfEfiaXWOHlIpRtSNBUaL8Kvt+PfId5roXwO3+eAkzDgV2rPTXgdUHTtLG/IePYRXF7XLA/krDPMOwswA5sj+eerNN0orHHCpoKHII9iYygH6ux/LA4noNW2maeWNw2qiV9SN/qHl7lRQw92CN5lewI+Mkuk/aBqxDJPGEbUbWabeCVemG1woI2bU2qAOOOeTlf6n0iXRP+yyemYyFpHF15KghSpPdWBlY/PAPY438CdR08OtVJ1/cy/u2O5lKBiCrblIIpgtn4vA630PxeNZpEk3qJ2V4XjHpe3KjfCnO/tx2AvkjactnhRSNMqlQuxpUpfu+iV1O3/ZsGvpm/QdLgij8qKMIhs0t2SeS267J+t3jvTQLGoRBSqKA+n598Din/AKQZJn03wsbC/rI5/wAo/wCWcnRqJzpP28Tbuoxx3wsEY/V3P+ec5RRZA+vfAcdRJCxLdgR7/wA5CW/u24pirSxn3eWWvwRYx/eTmzrkBAjkHKPFFtYdvRGsbr+IdWBH+uZ63jTaUfSdv1kA/wCXAjGHAzvn2FSE6GQfE7V+ccZzgrRtRJHar/Ws7l9gin9ilYnvqCB+UaYHVEzLMVzLAMMMMAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDDDDAMxfMsxbABjfWaRZBTX3BUg0ysOzKfYj/rg5uVszwKb1TRSxHdYWmLLIPTGWP3muj+zuf4gQY396J40KNO8tzr5MrbfMWzHDON4O+Tb9896DMU5oMwvLtIMitX0GJ1paUd9hAaK/kRn7h57oVP1wMOnaCbzfOM7lSOUcDce9D0nYi+/pXcaFse2S7sB3IH1OVAdD1MFrC0qBjVwSKyov8TLDMOGPI7vybvii76eJZJBGHDRQbeJIpEdpAONzE0+3g3X3iD3XAsM0gQM7NwP5fQULNnIzr+k0moQ6fVIGVlvkfdLMEUqw5VixoVzwfjMOr9VhDqjbTtYPXmwKpZeVDB33cNR7d1GRmm1M8+oLokNKdwJkLVtuJPupRo+e1X/GD7YHBvGXht+nat4Gbco2uj8BnickA123CiD7WL7ZBuFs0b71feva/rnWPt06cxEGpMgkZHaBwi7Vj8xN8Y7k90buT972vOUyqqFVXlhu8w/w32Cr9AB39yT7AWDroMatq9OGNKZo95/2d63/ACvPSnQ/EazFVJXezcKrAkDyVldiPgMwj/EfjXmXS6gRyB1JBU2psqQw+61jsQaOWHQeNuoJ6TMHG4tUgVhvNjeWFMxBNgkmv0wO+eJfCui1pHnofM2FVdWKuF7kCuCLPuD3+uecPEvT10+smgQlhHIY1LVuauP4ff6DOleAPFA100ejZZY2COWlTUTbn2g+geq1W23cH+ADOodM8O6PTndDp41Y932gyH8ZGtj+uBV/shbXnSn9qDhFKrCJFIfaB6jZ529gL+D7ZfcSsywPNX2sT7+qSOfnaPoI2aL/AJCfzynSJTfXOm/a54Xn/avMijd9wkb0gsSC7SWAOSQXYEDttB985xuBNE0w7g8H63eBqedmXy79IYsB7biKJr5oD9MeyTbkgXsER7P4zOe2MIhzz8/5ZY/CfS4dVNHC77S9qnO0brJ5ajXwBtNk+2A81uqjfQiBGUtsZ2QBQV2SK29iq9yFoAsxo36eAbX9lPinT6HTiPVNsWZ5JEeiRwVQ2FBIW1NN8q3xyz8YeEf2XbFCUpoWklNHdtV1FbyT3Nf1QSvzQyF8EeHW1evSCUMI4vXIGBHoQg+WAe24sPyYnA9H6aQMoYGwQCD8giwf0zdmuIZswDDDDAMMMMAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDEOLiHAwIzIHDEwBxgmKcxGBlmjS6cRqFHtZJPcsSSzH6kkn8834hwNczbfUSAoBvgk/Sq/uo4Iq1wKvn4Pueb/ABP65szQdOOOW72eTyfaz3IHxdYFL+2FIh02bzLJZoggLGgyNvBUdhwG/G887bgo/HO2fb3rSIYYvkkn8T2/wN+ucNU2cDZGD3rMnb2I/MYbhWLqNPIoRmUqHG5b43LdbgD7WDz9MC3/AGQOU6pEe42spv4ekBH9pl/XPSS55a8D6ww62NvmxX1A8xfz3omepEPFjAzxcRcMDVqtLHIu2RFde9MARY7Hn3+uVXq32eaKa/TXJNMqvy3c72Hmf+fLhiHA82/ab4KXprRlJNyymQqu0qF2bLFlmJ+97/GVmKJlKsrCx6gVYWCPz4OdS/8ASCcbtGPpqD/+MZyiAAgA/pgW6Hx1rztLeW8iKVSaRQZUB9w3Y1zyQe5+cun2KRyyNqdTKxa2Kh2sszvtaQlj3ACx1+JzkOwWa9u2ejfs26aIOnaZR3aMSN/4pfWf0sD8sC2JmeYrmWAYYYYBhhhgGGGGAYYYYBhhhgGGGN9TrI4yA7UT2u+eQP72GA4xDjNeqwkgB+TVCjfq21xXvvX9focy0/UIpDtRrNXVHtQP/MP+hgOcXGDdWh5G42A3G1h90MTRIr+B/f8AhOLJ1ONefUfUFNKxokE/HNVzV4D3McaN1WG6Dbj6OB/tsqg2eP41OJ/62gonfYBINBj2BJPA7UCb7cYD4YYzPUo920EkhgpAHYkNR57j0ntmcfUIihkDekGiaN3YFVV3ZH64Dg4DGr9SiFgsRQs2rfANdu9MvHfnM9Fq0kvaSaq7BHe/kD3B/TA5P9vLDbEP/mJZ+gSXbz/abOMVRNe3vnW/t81P9HF8y+Z+SxBV/m75yYKQCRgbum7/ADAIwCRZ5VWHALMaYEcAE/lmieV5HLyMS3uSbPHbnOifYx4Z/aW1MrD0iF4FPt5k6kH9F/xjOfyRlGZWFFSVI+oNHA3dI1JSeJv6siN+jDvnq/o7XDEfmOM/qgzyP5gDKwz1p4fkDaaBhyDDEQfpsXAkMMWsDgGNOp6vyYZJdjPsVm2L95tovao9yfYY7yH8SdOEse4LuZOVXkj7yk8Dk8KV45pmrk4HJvtumEy6OfaVDLMADRNVG3NWO99iQRXOcygUZ0P7ToZBo9HJKQWabVKafeBZWgrEAnhL5s88km859C45P/XfAGhvhR6jQFd7PAz1f0zSiKKOIdkRE/3VA/yzzV4G0n7R1DTRnsZlY/hHch/kmeoFGBkuZYgxcAwwwwDDDDAMMMMAwwwwDDDDAM06jSo/31DUCORfDCm/UZuwwNB0ce7dsXcKINC7UEL+gJ/XMBoYh2RRfwP9rf8A4iTjrMXwG50MX9Rff2+d1/43/wB44o0Ud3sHJv8AMCrr5rNgOLeBpGhi/qD+H8PTW3j5G1f0GYP0yE16BQJNfw2QR2+OTxjm8LwNI0MQs7F5Nnjuef8A+m/U4g0EQG3Ytciq+av/AAr+gzfheBp/YIrvYO1fkK/0H6DNkUCrZVQL71+JP95P65neAOBxX7dCjiNuN/msq/8A04lIkJ+LkYD+xnKCRR79s9X6/oWjmO6bTQyHnl0VjyST3HuST+eNT4U6b2/YdN/wk/0wIr7JumLB0zT13kXzn+S0nP8AJdo/LOC+NIRF1DVRgf8AxEp/3nLf556pg06RqERQqqAFVQAAAKAAHYZGarwt0+VzJJo9O7nku0SFjfyxFnA8ny7RybA+ueq/BUJXQ6UN38iPj8VBH8iM2QeFuno25NHp1b2IiS/7sllQAACgBwAPYfTAXDF24VgJjHrmmlkgkSF9khX0NZFMCCLKkEA1XHzj+sNuBxz7bYtvTNGXLF11A3F/vFjFJvs/iO/aqrONnWgjaCoH5E/rnsZowe4B/HMfIT+qP0GB55+w+Hf1INwRHDI34E7U/wCY56HAwWMDsAPwGIWwMxi5hGczwDDDDAMMMMAwwwwP/9k=

Si dovrebbe discutere dell'abolizione del corso forzoso della moneta bancaria ma... "Abolizione del corso forzoso dei biglietti della Banca nazionale e disposizioni per provvedere alle esigenze del Tesoro per l'esercizio del 1870 - Descrizione del contenuto: fascicolo vuoto"
 http://archivio.camera.it/patrimonio/archivio_della_camera_regia_1848_1943/are01o/documento/CD1100038722

 Si dovrebbe fare una commissione d'inchiesta sul denaro bancario a corso forzoso, ma... "Commissione d'inchiesta sul corso forzoso dei biglietti di banca 10.03.1868 - 28.11.1868 - ...La schedatura analitica della documentazione ha consentito di evidenziare l'esistenza di lacune talvolta notevoli."
 http://archivio.camera.it/patrimonio/archivio_della_camera_regia_1848_1943/are0210/documento/CD1800000230

 Parafrasando e citando Minghetti (1874): Il Parlamento non può mai abdicare al diritto che ha di fare ciò che crede; non può considerare questo come un punto contrattuale per nessun motivo. In un paese dove la circolazione è fatta massimamente dalla moneta bancaria, una legge sulla circolazione della moneta bancaria è una legge suprema dell'organismo sociale, non altrimenti che la legge della circolazione del sangue è per l'organismo animale.
http://storia.camera.it/regno/lavori/leg11/sed475.pdf

martedì 17 luglio 2018

Primo Decreto del MEF del Governo popolare

Primo Decreto del MEF del Governo popolare: Iniziativa ITALO, Banca Pubblica Mediterranea, “Commissione Permanente su Moneta e Credito Pubblico” (CPMCP).

lunedì 16 luglio 2018

I ricchi si preparano al fugone lasciandoci ammollo...


Futuro umano
La sopravvivenza del più ricco
I ricchi s
i preparano al fugone lasciandoci ammollo...
douglas rushkoff
5 luglio

https://cdn-images-1.medium.com/max/1895/1*4Tuy2sflhKdOt6ity_Eo_A.jpeg

Originale: https://medium.com/s/futurehuman/survival-of-the-richest-9ef6cddd0cc1

Illustrazioni: Matt Huynh

L'anno scorso, sono stato invitato in un resort privato super deluxe a tenere un discorso programmatico su quello che presumibilmente sarebbe stato un centinaio di banchieri d'investimento. Era di gran lunga la più grande
somma che mi fosse mai stata offerta per un discorso - circa la metà del mio stipendio annuale da professore - il tutto per fornire qualche intuizione sull'argomento del "futuro della tecnologia".

Non mi è mai piaciuto parlare del futuro. Le sessioni di domande e risposte finiscono sempre per somigliare a giochi di società, dove mi viene chiesto di opporre le ultime parole d'ordine della tecnologia come se fossero simboli di ticker per potenziali investimenti: blockchain, stampa 3D, CRISPR. Il pubblico raramente è interessato a conoscere queste tecnologie o il loro potenziale impatto al di là della scelta binaria di investire o meno in esse. Ma i soldi parlano, quindi
sono stato al gioco.

Dopo il mio arrivo, fui introdotto in quella che pensavo fosse la stanza verde. Ma invece di essere collegato a un microfono o portato su un palco, mi sono seduto lì ad un
a semplice tavola rotonda mentre il mio pubblico mi veniva portato: cinque persone super-benestanti - sì, tutti gli uomini - di vertici superiori degli hedge fund del mondo. Dopo un po 'di chiacchiere, ho capito che non avevano alcun interesse per le informazioni che avevo preparato sul futuro della tecnologia. Erano venuti con domande proprie.

Iniziarono innocentemente. Ethereum o bitcoin? Il calcolo quantico è una cosa reale? Lentamente ma sicuramente, tuttavia, si sono orientati verso i loro veri argomenti di preoccupazione.

Quale regione sarà meno colpita dalla prossima crisi climatica: Nuova Zelanda o Alaska? Google sta davvero costruendo Ray Kurzweil come una casa per il suo cervello, e la sua coscienza vivrà attraverso la transizione, o morirà e rinascerà come un
essere completamente nuovo? Infine, l'amministratore delegato di una casa di brokeraggio ha spiegato che aveva quasi completato la costruzione del proprio sistema di bunker sotterraneo e ha chiesto: "Come posso mantenere il comando sulle mie forze di sicurezza dopo l'evento?"

    
Con tutta la loro ricchezza e potenza, non credono di poter influenzare il futuro.

L'evento. Questo è stato il loro eufemismo per il collasso ambientale, i disordini sociali, l'esplosione nucleare, il virus inarrestabile, o l'hacking di Mr. Robot che elimina tutto.

Questa singola domanda ci ha occupato per il resto dell'ora. Sapevano che sarebbero state necessarie delle guardie armate per proteggere i loro
quartieri dalle folle inferocite. Ma come avrebbero pagato le guardie una volta che i soldi non avessero più valore? Cosa impedirebbe alle guardie di scegliere da sole il proprio capo? I miliardari consideravano l'uso di speciali serrature a combinazione sulle scorte alimentari che solo loro conoscevano. Oppure fare in modo che le guardie indossassero dei guinzagli disciplinari di qualche tipo in cambio della loro sopravvivenza. O forse costruendo robot come guardie e lavoratori - se la tecnologia potesse essere sviluppata in tempo.

Fu allora che mi colpì: almeno per quanto riguardavano questi signori, questo era un discorso sul futuro della tecnologia. Prendendo spunto da Elon Musk che colonizza Mar
te, Peter Thiel sta invertendo il processo di invecchiamento, o Sam Altman e Ray Kurzweil che stanno caricando le loro menti in supercomputer, si stavano preparando per un futuro digitale che aveva molto meno da fare per rendere il mondo un posto migliore di quanto abbia fatto trascendendo completamente la condizione umana e isolandosi da un pericolo reale e presente di cambiamenti climatici, innalzamento del livello del mare, migrazioni di massa, pandemie globali, panico nativista e esaurimento delle risorse. Per loro, il futuro della tecnologia riguarda solo una cosa: la fuga.

Non c'è niente di sbagliato nelle valutazioni pazzamente ottimistiche su come la tecnologia possa avvantaggiare la società umana. Ma l'attuale spinta verso un'utopia postumana è un'altra cosa. È meno una visione per la migrazione totale dell'umanità verso un nuovo stato dell'essere che una ricerca per trascendere tutto ciò che è umano: il corpo, l'interdipendenza, la compassione, la vulnerabilità e la complessità. Come i filosofi della tecnologia hanno sottolineato per anni, ora, la visione transumanista riduce troppo facilmente tutta la realtà ai dati, concludendo che "gli esseri umani non sono altro che oggetti di elaborazione delle informazioni".

È una riduzione dell'evoluzione umana a un videogioco che qualcuno vince trovando il portello di fuga e poi lasciandosi sfuggire alcuni dei suoi migliori amici. Sarà Musk, Bezos, Thiel ... Zuckerberg? Questi miliardari sono i presunti vincitori dell'economia digitale - lo stesso panorama imprenditoriale in cui sopravviverebbero
solo i più adatti e che alimenta la maggior parte di questo ragionamento fin dall’inizio.

Certo, non è sempre stato così. C'è stato un breve momento, all'inizio degli anni '90, in cui il futuro digitale si è sentito aperto e pronto per la nostra invenzione. La tecnologia stava diventando un terreno di gioco per la controcultura, che vedeva in essa l'opportunità di creare un futuro più inclusivo, distribuito e pro-umano. Ma gli interessi commerciali consolidati vedevano solo nuovi potenziali per
il solito vecchio sfruttamento e troppi tecnologi erano sedotti dalle IPO unicorno.

Il futuro digitale è inteso più come i futures sulle azioni o i futures sul cotone: qualcosa da prevedere e su cui fare scommesse. Quindi quasi ogni discorso, articolo, studio, documentario o white paper era considerato rilevante solo nella misura in cui indicava il simbolo di un ticker. Il futuro è diventato meno una cosa che creiamo attraverso le nostre scelte odierne per il genere umano rispetto a uno scenario predestinato su cui scommettiamo con il nostro capitale di rischio, ma a cui arriviamo passivamente.

Questo ha liberato tutti dalle implicazioni morali delle loro attività. Lo sviluppo della tecnologia divenne meno una storia di prosperità collettiva rispetto alla sopravvivenza personale. Peggio ancora, come ho imparato, richiamare l'attenzione su tutto ciò è stato involontariamente proiettato come un nemico del mercato o come un imbroglio anti-tecnologico.

Quindi, invece di considerare l'etica pratica dell'impoverimento e dello sfruttamento dei molti in nome di pochi, la maggior parte degli accademici, giornalisti e scrittori di fantascienza consideravano invece enigmi più astratti e fantasiosi: è giusto che un commerciante di azioni usi droghe intelligenti? ? I bambini dovrebbero avere protesi per parlare le lingue straniere? Vogliamo che i veicoli automatici diano la priorità alla vita dei pedoni rispetto a quella dei suoi passeggeri? Le prime colonie di Marte dovrebbero essere gestite come democrazie? Cambiare il mio DNA mina la mia identità? I robot dovrebbero avere diritti?

Chiedere questo genere di domande, mentre è filosoficamente divertente, è un povero sostituto della lotta con i veri dilemmi morali associati allo sviluppo tecnologico sfrenato in nome del capitalismo aziendale. Le piattaforme digitali hanno trasformato un mercato già sfruttatore ed estrattivo (pensa Walmart) in un successore ancora più disumanizzante (pensa Amazon). La maggior parte di noi è venuta a conoscenza di questi inconvenienti sotto forma di lavori automatizzati, l'economia del lavoro precario e la fine della vendita al dettaglio locale.

    Il futuro è diventato meno una cosa che creiamo attraverso le nostre scelte odierne per il genere umano rispetto a uno scenario predestinato su cui scommettiamo con il nostro capitale di rischio, ma a cui arriviamo passivamente.

Ma gli impatti più devastanti del capitalismo digitale “a tutto gas” ricadono sull'ambiente e sulla povertà globale. La fabbricazione di alcuni dei nostri computer e smartphone utilizza ancora reti di lavoro di schiavi. Queste pratiche sono così profondamente radicate che una società chiamata Fairphone, fondata da zero per creare e commercializzare telefoni etici, ha appreso che era impossibile. (Il fondatore della società ora si riferisce tristemente ai loro prodotti come telefoni "più giusti").

Nel frattempo, l'estrazione di metalli delle terre rare e lo smaltimento delle nostre tecnologie altamente digitali distrugge gli habitat umani, sostituendoli con discariche di rifiuti tossici, che vengono poi raccolti dai contadini e dalle loro famiglie, che vendono materiali riutilizzabili ai produttori.

Questa esteriorizzazione "fuori dalla vista, fuori dalla mente" della povertà e del veleno non scompare solo perché abbiamo coperto gli occhi con gli occhiali VR e ci siamo immersi in una realtà alternativa. Se mai, più a lungo ignoriamo le ripercussioni sociali, economiche e ambientali, più diventerà un problema. Questo, a sua volta, motiva ancora di più il ritiro, più l'isolazionismo e la fantasia apocalittica - e tecnologie e piani aziendali sempre più inventati disperatamente. Il ciclo si autoalimenta.

Più siamo impegnati in questa visione del mondo, più arriviamo a vedere gli esseri umani come il problema e la tecnologia come soluzione. L'essenza stessa di ciò che significa essere umani viene trattata meno come una caratteristica che come un difetto. Indipendentemente dai loro preconcetti, le tecnologie sono dichiarate neutrali. Qualsiasi cattivo comportamento che essi inducono in noi sono solo un riflesso del nostro stesso nucleo corrotto. È come se fosse colpa di qualche innata ferocia umana per i nostri problemi. Proprio come l'inefficienza di un mercato dei taxi locale può essere "risolta" con un'app che manda in rovina i conducenti umani, le irritanti incoerenze della psiche umana possono essere corrette con un aggiornamento digitale o genetico.

In definitiva, secondo l'ortodossia tecnosoluzionista, il futuro umano culmina caricando la nostra coscienza su un computer o, forse meglio, accettando che la tecnologia stessa diventi il nostro successore evolutivo. Come membri di un culto gnostico, desideriamo ardentemente entrare nella prossima fase trascendente del nostro sviluppo, liberandoci dei nostri corpi e lasciandoli indietro, insieme ai nostri peccati e problemi.

I nostri film e spettacoli televisivi trasmettono queste fantasie per noi. Gli spettacoli di zombi rappresentano una post-apocalisse in cui le persone non sono migliori dei non morti - e sembrano saperlo. Peggio ancora, questi spettacoli invitano gli spettatori a immaginare il futuro come una battaglia a somma zero tra gli umani rimasti, in cui la sopravvivenza di un gruppo dipende dalla morte di un altro. Anche Westworld - basato su un romanzo di fantascienza in cui i robot si scatenano - ha concluso la sua seconda stagione con la rivelazione finale: gli esseri umani sono più semplici e più prevedibili delle intelligenze artificiali che creiamo. I robot apprendono che ognuno di noi può essere ridotto a poche righe di codice e che non siamo in grado di fare alcuna scelta volontaria. Diamine, anche i robot in quello spettacolo vogliono sfuggire ai confini dei loro corpi e passare il resto della loro vita in una simulazione al computer.

    L'essenza stessa di ciò che significa essere umani viene trattata meno come una caratteristica che come un bug.

La ginnastica mentale richiesta per un così profondo rovesciamento del ruolo tra uomo e macchina dipende tutto dal presupposto che gli umani fanno schifo. Cambiamoli o allontaniamoci da loro, per sempre.

Così, prendiamo miliardari tecnologici che lanciano auto elettriche nello spazio - come se questo simboleggi qualcosa di più della capacità di un miliardario di fare promozione aziendale. E se alcune persone raggiungono la velocità di fuga e in qualche modo sopravvivono in una bolla su Marte - nonostante la nostra incapacità di mantenere una bolla così anche qui sulla Terra in uno dei due esperimenti multimiliardari sulla biosfera - il risultato sarà una continuazione della diaspora piuttosto che una scialuppa di salvataggio per l'élite.

Quando gli hedge funders mi hanno chiesto il modo migliore per mantenere l'autorità sulle loro forze di sicurezza dopo "l'evento", ho suggerito che la loro migliore scommessa sarebbe quella di trattare queste persone davvero bene, proprio ora. Dovrebbero essere impegnati con i loro staff di sicurezza come se fossero membri della loro stessa famiglia. E più possono espandere questo ethos di inclusività al resto delle loro pratiche commerciali, della gestione della catena di distribuzione, degli sforzi di sostenibilità e distribuzione della ricchezza, meno possibilità ci saranno di un "evento" in primo luogo. Tutta questa magia tecnologica potrebbe essere applicata a interessi meno romantici ma interamente più collettivi in ​​questo momento.


Erano divertiti dal mio ottimismo, ma non lo accettavano per nulla. Non erano interessati a come evitare una calamità; sono ormai convinti che siamo già troppo avanti. Con tutta la loro ricchezza e potenza, non credono più di poter influenzare il futuro. Stanno semplicemente accettando il più oscuro di tutti gli scenari possibili e investono tutto il denaro e la tecnologia che possono impiegare per isolarsi - specialmente se non riescono a trovare un posto sul razzo su Marte.

Fortunatamente, quelli di noi che non hanno i fondi per considerare di rinnegare la nostra umanità hanno opzioni molto migliori a disposizione. Non dobbiamo usare la tecnologia in modo antisociale e atomizzante. Possiamo diventare i singoli consumatori e profili come i nostri dispositivi e le piattaforme vogliono, oppure possiamo ricordarci che l'uomo veramente evoluto non va da solo.

Essere umani non riguarda la sopravvivenza o la fuga individuale. È uno sport di squadra. Qualunque sia il futuro degli umani, sarà insieme.


Douglas Rushkoff è l'autore del prossimo libro Team Human (W.W. Norton, gennaio 2019) e conduttore del podcast TeamHuman.fm


giovedì 12 luglio 2018

Parlamentari inglesi chiedono alle banche di pagare le spese di giustizia

Giovedì 12 luglio 2018 alle 12:01

I parlamentari chiedono alle banche di pagare un nuovo sistema di tribunali per risolvere le controversie per le piccole imprese

 
Jasper Jolly
Chief City reporter, mainly covering big banks, challengers, Brexit and economi [..] Show more
Supermoon risale nel Regno Unito
Le banche britanniche sono state al centro di una serie di scandali sul loro comportamento nei confronti delle piccole imprese (fonte: Getty)
Un gruppo multipartitico di parlamentari ha chiesto un nuovo sistema tribunale per le piccole imprese per sfidare le grandi banche dopo una serie di scandali di società che sono state spinte al muro dagli istituti di credito.
Dovrebbe essere istituito un nuovo tribunale per i servizi finanziari per contribuire a risolvere le controversie tra le piccole imprese e le banche, secondo un rapporto pubblicato oggi dal Gruppo parlamentare di tutti i partiti sul Fair Business Banking.
I mutuatari hanno attualmente due corsi di ricorso contro le banche: reclami al Financial Ombudsman Service (FOS) o azioni legali in tribunale. Tuttavia, il FOS è limitato a individui fino a un valore di £ 150.000, mentre le azioni giudiziarie contro le grandi banche sono spesso proibitive.
 
Per saperne di più : nessuna scusa per il tipo di governo vergognoso dietro la crisi GRG
 
Un sistema tribunale simile al tribunale del lavoro mirerebbe a colmare una "lacuna" nella fornitura di piccole imprese, con il potere legale di forzare la divulgazione delle prove e di costringere i testimoni a partecipare. Il rapporto richiede che sia finanziato dal Tesoro tramite un'imposta sulle società di servizi finanziari.
Il rapporto segue scandali come il gruppo di ristrutturazione globale della Royal Bank of Scotland, che ha addebitato commissioni esorbitanti ai clienti che avrebbe dovuto aiutare, e la frode di HBos Reading, in cui i banchieri disonesti hanno frodato le piccole imprese.
Kevin Hollinrake, il deputato che co-presiede il gruppo, ha detto che c'è stato un "fallimento sistematico qui, con molte di quelle aziende che hanno sofferto di maltrattamenti e malversazioni a cui è stato negato l'accesso alla giustizia. Non solo le nostre banche sono troppo grandi per fallire, spesso anche troppo grandi per essere portate in tribunale ".
 
Per saperne di più : un autorevole comitato di parlamentari ha criticato la lunga revisione dello scandalo HBOS
 
I parlamentari chiedono anche alle imprese più piccole di aumentare i loro diritti legali per consentire i danni per le perdite se un'impresa di servizi finanziari infrange i principi di business della Financial Conduct Authority. Attualmente solo "persone private" hanno questo diritto.
Altre raccomandazioni includono l'opzione del "trasferimento di costi unidirezionale qualificato" per consentire alle imprese di recuperare i loro costi se vincono, ma per impedire alle banche di recuperare i loro costi, che potrebbero essere abbastanza grandi da condurre una piccola impresa verso l'insolvenza.
Il gruppo industriale delle banche, UK Finance, sembra accogliere le raccomandazioni. Il corpo ha commissionato una revisione indipendente separata presieduta dall'ex direttore del Institute of Directors, Simon Walker, per esaminare la questione .
Un portavoce del Tesoro ha detto che il governo "considererà attentamente" i risultati delle indagini "quando si saranno conclusi tutti in autunno".
Stephen Jones, amministratore delegato di UK Finance, ha dichiarato: "Il settore bancario si impegna a rafforzare la fiducia e confidenza e riconosciamo che, come parte di questo, è essenziale che le PMI abbiano accesso a opzioni di risoluzione delle controversie che siano efficienti e imparziali quando sento che le cose sono andate male ".
Lord Dyson, l'ex guardasigilli e capo della giustizia civile, ha affermato che un sistema tribunale darebbe alle piccole imprese "l'accesso alla giustizia che in molti casi attualmente non hanno".
Il rapporto è stato co-autore del Center for Policy Studies, il think tank fondato da Margaret Thatcher che ha stretti legami con il governo.
 
Per saperne di più : ex capo IoD per condurre la revisione della finanza britannica dei reclami delle banche di piccole imprese

Scandalo contabile del denaro bancario, piano B: incolperanno i revisori dei conti

Come le "grandi quattro" società di contabilità potrebbero minacciare l'economia globale

Aggiornato il 12 luglio 2018 alle 10:41:06
Quando verrà scritta la storia della prossima crisi finanziaria globale, pochi immaginerebbero i ragionieri grigi-adatti nel ruolo di cattivo.
Ma lo stereotipo della contabilità come noioso smentisce l'importanza della professione per la vita di tutti i giorni.
Gran parte dell'economia moderna si basa sul lavoro dei revisori dei conti: i contabili che verificano in modo indipendente i registri finanziari di un'azienda.
Questo lavoro è cruciale nel fornire rapporti accurati agli azionisti e, in definitiva, per salvaguardare l'economia in generale.
I recenti scandali e le crisi finanziarie hanno dimostrato che il fallimento contabile può facilmente portare a migliaia di perdite di posti di lavoro e miliardi di dollari in operazioni di salvataggio, afferma l'autore e giornalista vincitore di premi Richard Brooks.
"Siamo tutti interessati dall'auditing", ha affermato.
L'attuale sistema si basa quasi interamente sulle cosiddette "grandi quattro" società di contabilità - KPMG, Ernst e Young, Deloitte e PwC - la cui quota di mercato significa che sono spesso le uniche istituzioni abbastanza grandi da controllare le multinazionali.
Quindi dovrebbe essere una preoccupazione per tutti noi, secondo Brooks, che negli ultimi anni i grandi quattro hanno "perso di vista il loro obiettivo principale", con solo un terzo delle loro entrate derivanti dall'auditing e il resto guadagnato dai "servizi di consulenza" .
"Non è più una professione di contabilità", ha detto Brooks.
"È più una professione di consulenza, o si definirebbe un servizio professionale, con l'auditing solo una delle sue linee di business e una minoranza in questo."
Brooks sostiene che questo ha creato un conflitto di interessi, dal momento che le aziende stanno attualmente vendendo miliardi di dollari di consulenza commerciale alle stesse società che dovrebbero controllare separatamente.
"Siamo in una situazione in cui abbiamo bisogno di auditing davvero buono, forte ed efficace più che mai", ha dichiarato Brooks.
"Ma proprio in quel momento, gli auditor hanno smesso di essere così interessati a questo, e sono diventati molto più interessati a fare soldi per vendere servizi di consulenza".

I contatori di fagioli hanno "rotto il capitalismo"

Nel suo libro Bean Counters: The Triumph of the Accountants e How They Broke Capitalism, Brooks espone le sue argomentazioni su ciò che è fondamentalmente sbagliato nel sistema.
Per prima cosa, dice, le quattro grandi aziende hanno un enorme potere di mercato: KPMG, il più piccolo gruppo nel Regno Unito, guadagna più delle cinque aziende più piccole messe insieme.
 
Nel frattempo, Brooks - che era un ispettore delle imposte per 16 anni prima di diventare giornalista - sostiene che tutte le società che devono sottoporsi alla revisione contabile hanno effettivamente creato un cartello "garantito dallo Stato" per i servizi di contabilità.
"Se sei una grande multinazionale devi andare dai quattro grandi", ha detto.
Questi "flussi di cassa garantiti", afferma Brooks, hanno consentito ai quattro maggiori di avventurarsi in nuove aree di business, con esempi recenti tra cui l'offerta di servizi di cyber security e l'acquisto di piccole società di consulenza.
Ha detto che i legami tra la professione di commercialista e il settore bancario in vista della crisi finanziaria globale sono stati un esempio particolarmente lampante dei conflitti.
I quattro grandi "drammaticamente" hanno aumentato il loro reddito dai servizi finanziari e hanno contribuito a progettare alcuni dei prodotti finanziari che hanno inquinato i bilanci bancari, dice Brooks.
"Loro [i quattro grandi] in realtà non avevano alcun interesse a dire a Lehmann Brothers o RBS ..." Guarda, i tuoi bilanci non sembrano davvero così grandiosi "perché erano pieni di prodotti che avevano contribuito a creare".

Consiglieri al governo

Non è solo il settore aziendale che si basa sulla consulenza e l'influenza professionale dei quattro grandi.
Brooks dice che sono diventati una sorta di consigliere per il governo - vendere i loro servizi a politici e burocrati che vogliono sostegno piuttosto che una valutazione indipendente.
 
Ha creato un diverso tipo di conflitto di interessi, in cui i governi hanno sempre più fatto affidamento su questi rapporti e analisi per sostenere le loro decisioni politiche.
"Non c'è alcun cambiamento di politica importante senza i quattro grandi coinvolti", ha detto Brooks.
"Grandi investimenti infrastrutturali, politica dei trasporti, politica nucleare: quasi tutto ciò che si può pensare è guidato dai consigli delle quattro grandi società di contabilità.
"Quel consiglio è sempre 'oh questa sarà una grande idea' perché poi fornisce anni di lavoro di consulenza per loro [i quattro grandi], quindi sono fortemente in conflitto.
"E tendono anche a dare ai governi quello che vogliono sentire."

Rompendo i quattro grandi

Le proposte per limitare questi conflitti di interesse hanno mirato a separare le armi di auditing e di consulenza delle imprese, trasformando di fatto i quattro grandi in un grande otto o un grande 16.
Ciò, in parte, annullerebbe parte del consolidamento delle società di revisione contabile che hanno portato alla creazione delle quattro grandi negli ultimi 150 anni.

All'inizio di quest'anno, l'amministratore delegato del Financial Reporting Council del Regno Unito, Stephen Haddrill, ha proposto un'idea simile e ha anche richiesto un'altra inchiesta nel settore.
Una precedente inchiesta condotta nel 2013 dalla UK Competition Commission ha portato a regole più severe per l'industria, ma la quota di mercato dei grandi quattro ha continuato ad aumentare.
Brooks ha affermato che un'altra opzione potrebbe essere l'auditing finanziato con fondi pubblici delle principali istituzioni, in modo che il motivo del profitto sia stato rimosso dai servizi di contabilità.
Ma ogni cambiamento sarebbe incontrato con resistenza.
"Penso che i quattro grandi stiano già montando una sorta di difesa", ha detto Brooks.
"Si stanno preparando per il cambiamento - riconoscono che qualcosa deve accadere ma vogliono che l'agenda si adatti a loro".
 
Pubblicato per la prima volta il 12 luglio 2018 alle 09:51:09
 

domenica 8 luglio 2018

Monete - antiche e nuove - attraverso le lenti della contabilità moderna

Monete - antiche e nuove - attraverso le lenti della contabilità moderna

Biagio Bossone, Massimo Costa, 25 giugno 2018 

(Traduzione a cura di M.Saba. Originale inglese: https://voxeu.org/article/monies-old-and-new-through-lenses-modern-accounting)
 
Le monete circolanti come moneta a corso legale nelle giurisdizioni nazionali sono trattate come passività del debito degli Stati emittenti e sono segnalate come una componente del debito pubblico in base alle statistiche contabili nazionali (SEC 2010). Allo stesso modo, le banconote emesse dalle banche centrali e le riserve delle banche centrali sono contabilizzate come debito della banca centrale verso i loro titolari. E la moneta bancaria commerciale (depositi a vista) è contabilizzata come debito nei bilanci delle banche emittenti, mentre le criptovalute non sono passività di individui o istituzioni se sono create da entità private, ma sono passività di debito se emesse dalle banche centrali (CPMI, 2015).

In effetti, una corretta applicazione dei principi generali della contabilità solleva dubbi fondamentali sulle suddette concezioni del denaro. Il debito comporta un obbligo tra prestatore e mutuatario come parti contraenti, ma poi:
  • Quale obbligo deriva per lo stato dai diritti intrattenuti dai possessori di monete?
  • Quale obbligo deriva per una banca centrale dai diritti intrattenuti dai detentori di banconote o dalle banche che detengono riserve?
  • Quali obblighi derivano per le banche commerciali dall'ampia quota di depositi a vista che non vengono mai convertiti in liquidità o riserve di banche centrali (nemmeno durante i periodi di grave crisi finanziaria)?
  • E perché lo stesso strumento è una passività a debito quando è emesso dallo stato, e non lo è quando viene emesso dal settore privato?
Una corretta visione contabile del denaro ci consente di affrontare questi problemi a turno.

Il denaro statale non è debito

La convertibilità in forme di valore "più alte" (ad es. Metalli preziosi o passività emesse da paesi egemoni) è quasi scomparsa da quando le monete statali sono diventate FIAT (NdT: moneta decretizia) grazie a quando la convertibilità delle monete e delle banconote in argento o oro, e poi in dollari, è stata sospesa molto tempo fa, e le riserve delle banche centrali sono diventate irredemibili. Pertanto, sebbene questa moneta sia ancora segnata come debito nelle statistiche delle finanze pubbliche e nei bilanci delle banche centrali, non si tratta di una obbligazione nel senso che non comporta obblighi che implichino diritti creditori.

Le emissioni di moneta statale comportano transazioni in cui il denaro è venduto in cambio di altre attività (anche quando sono scambiate con crediti in base a contratti di prestito). I proventi derivanti dalla vendita di denaro rappresentano una forma di "reddito da rendita". Secondo le attuali pratiche contabili, questo reddito è (erroneamente) non segnalato nel conto economico dell'ente emittente ed è invece (erroneamente) accantonato tra le passività del debito.

Una corretta applicazione dei principi contabili generali dovrebbe invece riconoscere che la moneta statale non puo' essere considerata come debito. Le entrate associate alla sua emissione, e non distribuite, dovrebbero andare in utili non distribuiti e trattate come patrimonio netto. L'assimilazione del denaro al capitale netto richiede di andare oltre la distinzione tra passività in capitale e passività del debito come applicato per indagare sulla natura degli strumenti finanziari (Schmidt 2013, PAAinE 2008, PwC 2017). 2

Il denaro contabilizzato come patrimonio netto dell'emittente implica diritti di proprietà. Questi diritti non conferiscono ai possessori di denaro il possesso dell'entità che emette il denaro (come invece le azioni che danno agli investitori la proprietà di una società o i crediti residui sulle attività nette della società). Piuttosto, consistono in rivendicazioni sui beni della ricchezza nazionale, che i detentori di denaro possono esercitare in qualsiasi momento. Coloro che ricevono denaro acquistano potere d'acquisto sulla ricchezza nazionale e coloro che emettono denaro ottengono in cambio una forma di reddito lordo che è pari al suo valore nominale. Il reddito calcolato come differenza tra il reddito lordo derivante dall'emissione di moneta e il costo di produzione di denaro, noto come "signoraggio", è appropriato da coloro che detengono (o a cui è concesso) il potere di creare denaro.
 
Due annotazioni sono in ordine, a questo proposito. In primo luogo, le rendite da signoraggio sono sistematicamente nascoste e il signoraggio non è allocato al conto economico (dove naturalmente appartiene), mentre è registrato sul lato del passivo del bilancio (NdT: nello Stato patrimoniale), dando origine a falso in bilancio. In secondo luogo, il signoraggio "primario" dovrebbe essere distinto dal signoraggio secondario, il primo costituito dal reddito generato dal cambiamento delle scorte di moneta emesse e il secondo costituito dagli interessi attivi percepiti sul denaro emesso. Lo stato non riceve alcun signoraggio secondario dalle monete (non vengono prestate), mentre le banche centrali ricevono sia il signoraggio primario che secondario dalle banconote e dalle riserve, ma tipicamente contabilizzano solo il signoraggio secondario sulle banconote.

I depositi bancari sono passività "ibride"

Le banche commerciali creano i propri soldi emettendo passività sotto forma di depositi a vista (McLeay et al., 2014). Per fare ciò, non hanno bisogno di raccogliere depositi dai loro clienti (Werner 2014). Tuttavia, devono avvalersi del denaro e delle riserve necessarie per garantire i prelievi di contante dai clienti e per regolare gli obblighi nei confronti di altre banche che emanano dalle istruzioni del cliente per mobilizzare depositi per effettuare pagamenti e trasferimenti.
 
Pertanto, la moneta bancaria commerciale costituisce una passività di debito per le banche emittenti di depositi, poiché queste sono soggette all'obbligo di convertire i depositi in contanti a richiesta dai loro clienti e di regolare i pagamenti nelle riserve della banca centrale al momento richiesto dalle regole di regolamento dei sistemi di pagamento. in regime di riserva frazionaria le banche detengono solo una minima parte delle riserve rispetto ai loro depositi totali. Inoltre, gli importi delle riserve che utilizzano effettivamente per il regolamento degli obblighi interbancari sono solo una frazione del totale delle transazioni regolate. Il regime di riserva frazionaria e le economie di scala consentite dal sistema di pagamento e il comportamento dei depositanti riducono le riserve necessarie alle banche per sostenere i loro debiti.
 
Più in generale, in assenza di eventi avversi economici o di mercato che inducano i depositanti a convertire i depositi in denaro, le passività rappresentate dai depositi costituiscono solo parzialmente passività di debito della banca emittente (NdT: circa il 3%), che come tale richiedono una copertura di riserva. La parte restante delle passività (NdT: circa il 97%) è una fonte di reddito per la banca emittente - reddito che deriva dal potere della banca di creare denaro. In termini contabili, nella misura in cui questo reddito non è distribuito, è equivalente al patrimonio netto.
 
Questa doppia natura dei depositi a vista è stocastica in quanto, all'atto dell'emissione, ogni unità di deposito può essere un debito (se, con una certa probabilità, la banca emittente riceve richieste di conversione in contanti o regolamento interbancario) o capitale (con probabilità complementare) . 3
La duplice natura stocastica della moneta bancaria è coerente con i principi di contabilità generale definiti nel Quadro concettuale della rendicontazione finanziaria , che espone i concetti alla base degli International Financial Reporting Standards (IFRS). 4 Alla luce di questi standard, i depositi a vista sono uno strumento ibrido - in parte debito e in parte entrate. La parte del debito si riferisce alla quota di depositi che (probabilmente) saranno convertiti in denaro o riserve, mentre la parte relativa al reddito si riferisce alla quota di depositi che (probabilmente) non saranno mai convertiti in denaro o riserve. Questa quota di depositi è una fonte di entrate. Una volta accumulata e non distribuita, diventa capitale (patrimonio netto).
 
In applicazione dello IAS 8, lo IAS 32 si applica per la contabilizzazione di questo strumento di passività ibrida e prevede che la componente di debito debba essere separata da quella di capitale. 5 Da tale separazione deriva che, una volta identificata la componente del debito, la parte residua è patrimonio netto. 6

Le criptovalute sono sempre patrimonio degli emittenti

La corretta applicazione dei principi contabili generali ci consente anche di risolvere l'incoerenza richiamata fin dall'inizio, laddove le criptovalute non sono una passività di debito se sono emesse da entità del settore privato, mentre diventano tali se emesse da banche centrali.
 
Gli argomenti contabili sviluppati sopra chiariscono inequivocabilmente che in entrambi i casi le criptovalute rappresentano il capitale proprio delle entità emittenti.
 
Tale conclusione dovrebbe aiutare notevolmente le autorità monetarie e finanziarie nazionali nel plasmare norme trasparenti e coerenti nel settore delle criptovalute.

Implicazioni importanti

In conclusione, una serie di implicazioni critiche derivano da una corretta visione contabile del denaro:
  • Secondo le attuali pratiche contabili, il signoraggio è largamente sottovalutato, è sistematicamente nascosto e non è allocato a conto economico (dove naturalmente appartiene), mentre è iscritto a bilancio (NdT: nel solo Stato patrimoniale) tra le passività del debito, dando origine a falso in bilancio. 
  • L'applicazione di corrette pratiche contabili dovrebbe portare a "ripulire" i bilanci fiscali ei bilanci delle banche centrali dalla falsa pratica di considerare le monete statali come "debito".
  • Se il denaro è contabilizzato come debito, invece di essere considerato correttamente come capitale delle entità emittenti e ricchezza per la società che lo usa, inevitabilmente introduce un pregiudizio deflazionistico nell'economia, che merita un'analisi.
  • Le banche centrali con il potere di emettere la valuta nazionale possono 'creare' il proprio capitale, e possono farlo in qualsiasi momento ne abbiano bisogno. In altre parole, nella misura in cui una banca centrale conserva il potere di emettere moneta, non potrà mai trovarsi nella posizione di dover richiedere la ricapitalizzazione da parte del governo. Ne consegue che l'indipendenza della banca centrale non può mai essere minacciata da problemi di sottocapitalizzazione (la banca centrale può sempre assegnarsi una quota di ricchezza nazionale nominale.
  • A causa della doppia natura della moneta bancaria commerciale, una parte rilevante dei depositi (NdT: circa il 97%) che le singole banche riportano in bilancio come "debito verso i clienti" genera entrate molto simili al canone di signoraggio estratto dallo stato attraverso l'emissione di moneta statale (monete, banconote e riserve della banca centrale).
  • Proprio come i depositi a vista sono strumenti ibridi, anche le banche commerciali sono istituzioni ibride : come emittenti di depositi-debito, quando prestano denaro fungono da semplici intermediari; come emittenti di depositi-capitale, sono creatori di denaro. È importante sottolineare che, mentre il reddito guadagnato sui depositi-debito è da intermediazione, il reddito sui depositi-capitale è il signoraggio.
  • Il signoraggio bancario commerciale rappresenta un elemento strutturale di sottrazione di risorse reali nette dall'economia, con effetti potenzialmente deflazionistici su profitti e / o salari, conseguenze distributive e attriti tra capitale e lavoro: tutti gli effetti che dovrebbero essere studiati attentamente.
  • È necessario identificare e stimare le varie forme di signoraggio statale e commerciale, la quota di signoraggio restituita ai legittimi "proprietari" (i cittadini), i suoi effetti sull'attività economica e sulla struttura di incentivi dell'economia e la distribuzione della ricchezza nazionale attraverso la società.
  • Infine, considerazioni simili valgono per le criptovalute. Dovrebbero essere trattate in modo coerente e registrate come capitale delle loro emittenti, indipendentemente dalla natura privata o pubblica degli emittenti.

Riferimenti

Commissione per i pagamenti e le infrastrutture di mercato (CPMI) (2015), valute digitali , Bank for International Settlements, novembre.
 
ESA (2010), Sistema europeo dei conti, Eurostat, Commissione europea.
McLeay, M, A Radia e R. Thomas (2014a), "Creazione di denaro nell'economia moderna", Bank of England Quarterly Bulletin 54 (1): 14-27.
 
PricewaterhouseCoopers (PwC) (2017), Distinzione delle passività dal patrimonio netto .
 
Contabilità proattiva in Europa (PAAinE) (2008), "Distinzione tra passività ed equità", documento di discussione.
 
Schmidt, M (2013), "Equity and Liabilities - Una discussione sullo IAS 32 e una critica della classificazione", Contabilità in Europa 10 (2): 201-222.
 
Werner, RA (2014), "In che modo le banche creano denaro e perché le altre aziende non possono fare lo stesso? Una spiegazione per la coesistenza del prestito e l'assunzione di depositi ", International Review of Financial Analysis 36: 71-77.

Note finali

[1] Tranne nei casi in cui la banca centrale aderisce agli accordi sul tasso di cambio fisso, l'economia è dollarizzata o il paese è soggetto a un regime di currency board.
 
[2] International Accounting Standard (IAS) 32 definisce uno "strumento finanziario" come "un contratto che dà luogo a un'attività finanziaria di un'entità e una passività finanziaria o uno strumento rappresentativo di capitale di un'altra entità" e uno "strumento di capitale" come " qualsiasi contratto che dimostri un interesse residuo nelle attività di un'entità dopo aver dedotto tutte le sue passività "(paragrafo 11). Secondo queste definizioni, la moneta a corso legale non è né "credito" per i suoi titolari né "debito" per i suoi emittenti. È invece ricchezza netta del detentore e patrimonio netto (capitale) degli emittenti.
 
[3] La quota di depositi-debito (o di depositi di capitale come complemento) è una variabile stocastica influenzata da fattori comportamentali e istituzionali (ad esempio, abitudini di utilizzo di contante o regole del sistema di pagamento) nonché da eventi contingenti. Ad esempio, in periodi di stress del mercato, la quota dei depositi-debito tende ad aumentare, mentre tende ad essere inferiore quando vi è una forte fiducia nell'economia e nel sistema bancario in particolare. I fattori politici e strutturali che rafforzano tale fiducia (ad esempio, l'elasticità con cui la banca centrale fornisce liquidità al sistema quando necessario o un meccanismo di assicurazione dei depositi) aumentano la quota dei depositi-capitale. A parità di condizioni, la quota stocastica dei depositi di debito per una piccola banca è maggiore che per una banca più grande; viceversa, più grande è la banca, maggiore è la quota di capitale contenuta nei suoi depositi.
 
[4] Secondo il Framework, "Una passività è un'obbligazione attuale dell'entità di trasferire una risorsa economica come risultato di eventi passati." (Sezione 4.26) e, "I report finanziari rappresentano fenomeni economici in parole e numeri. Per essere utili, le informazioni finanziarie non devono solo rappresentare i fenomeni rilevanti, ma devono anche rappresentare la sostanza dei fenomeni che pretende di rappresentare. In molte circostanze, la sostanza di un fenomeno economico e la sua forma legale sono le stesse. Se non sono la stessa cosa, fornire informazioni solo sulla forma giuridica non rappresenterebbe fedelmente il fenomeno economico. "(3 Sezione 2.12 del Quadro concettuale)
 
[5] In particolare, lo IAS 8 (Sezioni 10-11) richiede che, "In assenza di un IFRS che si applica specificamente a una transazione, a un altro evento o condizione, ... la gestione deve fare riferimento e considerare l'applicabilità delle seguenti fonti. in ordine decrescente: (a) i requisiti degli IFRS che trattano questioni simili e correlate; e (b) le definizioni, i criteri di riconoscimento e i concetti di misurazione per attività, passività, entrate e spese nel Framework. "
 
[6] Cfr. IAS 32, sezioni 28 e.ss. È interessante notare che, nel caso regolato dal principio quotato, lo strumento ibrido ha la duplice natura di "passività-capitale" e non "passività-entrate"; tuttavia, il capitale e gli utili non distribuiti appartengono al capitale netto. In breve, il patrimonio può essere suddiviso in almeno due componenti principali: il capitale e gli altri contributi di proprietà, da un lato, e gli utili non distribuiti dall'altro. Lo IAS 32 prevede una regolamentazione per la suddivisione degli strumenti ibridi tra una parte attribuibile alle passività e una parte attribuibile al patrimonio netto. Sulla base delle definizioni del Framework, una volta identificata la componente riconoscibile come debito, la componente residua è attribuita al patrimonio netto.

martedì 3 luglio 2018

Schemmann: revisore dei conti conferma la frode bancaria

Il monopolio della creazione di moneta da parte delle banche è possibile solo con la collaborazione della professione contabile, che ha la fiducia del pubblico e può rapidamente perderla quando il pubblico e i parlamenti stabiliscano che per un buon centinaio di anni i ragionieri, i commercialisti e tutti noi revisori dei conti autorizzati, abbiamo tradito le nazioni, abbiamo causato l'infinita crisi finanziaria, permettendo alle banche di creare bolle di denaro con una frode contabile, costringendo le nazioni (che hanno il potere costituzionale della creazione del denaro) a trilioni di debiti in dollari verso le banche e la loro moneta di partita doppia creata dal nulla, mentre metà dei giovani delle popolazioni dei paesi del Sud Europa sono disoccupati, i programmi di austerità e la povertà della vecchiaia abbondano come precondizioni per pacchetti di salvataggio di governi in bancarotta a spese dei contribuenti.

- Michael Schemmann, Revisore dei conti, 2017

Qui:  http://www.iicpa.com/articles/IICPA_Open_Letter_FASB_IASB_IFAC_membership_2017-06-12.pdf