-

-
Come evitare il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

venerdì 29 marzo 2019

Trattato di Roma del 1957: la commedia degli errori

 Tratto da: https://www.euractiv.com/section/future-eu/news/the-brief-a-roman-comedy-of-errors/

Oggi ricorre l'anniversario del trattato di Roma, firmato nel 1957 dai sei paesi membri fondatori, che ha gettato le basi per quella che sarebbe diventata l'Unione europea.

Cinque anni fa, EURACTIV ha rivelato una commedia di errori legati alla firma del trattato fondamentale.

La stravagante sequenza di eventi che portano alla cerimonia della firma a Roma il 25 marzo 1957 è quasi troppo divertente per le parole e un giorno un regista potrebbe essere ispirato a trasformarlo in un film.

Il protagonista principale è un funzionario belga incaricato di organizzare la firma a Roma. Il trattato era appena stato negoziato in Val Duchesse.

Quindi, il funzionario colloca il materiale su un treno: macchine da scrivere, carta, macchine ciclostilografiche. Il carico è sigillato e il funzionario sale sullo stesso treno.

Ma quando il treno raggiunge il confine svizzero, il funzionario sente il suono caratteristico di un carro che si stacca. Salta sul marciapiede della stazione solo per rendersi conto che è il "suo" carro che è stato staccato.

Le autorità svizzere spiegano che un treno che trasporta merci e passeggeri allo stesso tempo non può attraversare il territorio svizzero. Il funzionario non ha scelta e il viaggio continua, solo su due treni separati.

Ma al confine italiano, le autorità gli chiedono di fornire certificati di importazione con tutti i timbri necessari. Mentre cerca di spiegare l'importanza della sua missione e le autorità italiane finalmente accettano di fare un'eccezione, il carro è perduto.

Dopo una lunga ricerca, il carro è finalmente situato e il viaggio continua. Ma a Milano, il carro è perso di nuovo. Quando il funzionario belga - e il carro - arrivano a Roma, molto tempo è stato sprecato.

Mentre il funzionario arriva nella stanza in cui si svolge la cerimonia, sorge un altro problema, questa volta con le macchine del ciclostile (le fotocopiatrici di quel tempo). I piani per installare le macchine all'interno della stanza devono essere cambiati perché sono decorati con dipinti di Rubens.

I metimografi proiettano inchiostro in tutte le direzioni e gli viene detto che è fuori questione ridipingere gli affreschi di Rubens in seguito.

Quindi il lavoro di mettere su carta il trattato di Roma inizia nel seminterrato. Per raggiungere, gli studenti italiani sono stati assunti, ma due giorni dopo, hanno scioperato (come tipico). Hanno quindi dovuto portare segretari dal Lussemburgo, che ha ulteriormente ritardato il lavoro.

Alla fine, quando tutto era finalmente pronto, a causa dell'umidità, la carta era bagnata e doveva essere messa sul pavimento per una notte, in modo da asciugare correttamente.

Il funzionario andò a dormire e tornò il mattino seguente. Ma nel frattempo le pulizie erano passate, trovando una cantina piena di ciò che vedevano come carta da macero. Quindi hanno rimosso e smaltito tutto questo "sporco", inclusi gli stencil (che rappresentano l'originale), quindi non è stato possibile creare nuove copie.

L'ufficiale in preda al panico e la sua squadra hanno guardato tutte le discariche di Roma, cercando di trovare il trattato che porta il nome della capitale italiana, ma senza successo. L'unica soluzione era firmare il trattato su un foglio bianco, con una sola pagina in cui appaiono i nomi dei capi di stato e di governo.

La truffa è rimasta sconosciuta. Ma chi legge comunque i trattati?

BANCA TERCAS, PESCO (M5S): DEPOSITATA MOZIONE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO

BANCA TERCAS, PESCO (M5S): DEPOSITATA MOZIONE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DALLA COMMISSIONE UE

(OPi - 28.3.2019) "La decisione con cui la Commissione Ue impedì l'intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi in Banca Tercas, annullata di recente dal Tribunale Ue che ha smentito una configurazione in termini di aiuti di Stato, ha causato danni irreparabili per i quali il nostro Paese deve ottenere un risarcimento. Non si tratta solo del caso Tercas, visto che la stessa decisione ha determinato il mancato salvataggio delle famose 4 banche con le gravi conseguenze che ben conosciamo. Per questo oggi in Senato 87 senatori di M5S e Lega hanno presentato una mozione per impegnare il Governo a chiedere un risarcimento dei danni". Lo comunica in una nota Daniele Pesco (M5S), presidente della Commissione bilancio del Senato e primo firmatario dell'atto. "Nel dettaglio la mozione impegna il Governo a quantificare i danni causati dalla decisione e ad attivarsi per richiedere il risarcimento totale dei danni conseguenti alla mancata ricapitalizzazione delle banche regionali da parte del Fondo interbancario, dei danni derivanti dal panico diffuso presso i depositanti e dall'effetto contagio verso gli istituti bancari percepiti più deboli, dei danni reputazionali al sistema bancario ed al sistema paese, dei danni causati dall'innalzamento dello spread e quindi del costo di emissione del debito pubblico, dei danni per il crollo delle quotazioni azionarie del comparto bancario e dei danni derivanti dalle criticità e dai costi addizionali collegati alla decisione Ue, nella risoluzione di altre crisi bancarie successive, quali Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza, Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Carige", conclude l'esponente pentastellato.

domenica 17 marzo 2019

La Matrix rivelata: i cartelli che governano il mondo

The Matrix Revealed: Cartels That Run The World
di Jon Rappaport
16 marzo 2019
Fonte: https://jonrappoport.wordpress.com/2019/03/16/matrix-revealed-cartels-run-world/


 Le seguenti informazioni provengono da interviste interne a Ellis Medavoy e Richard Bell, due persone che intervengo ampiamente nella mia raccolta, The Matrix Revealed. Questo è solo un breve assaggio di quello che hanno da dire ...

Le maggiori istituzioni su questo pianeta che controllano il ramo Militare, i Soldi, l'Energia, il Governo, la Medicina, la Società, i Media e l'Istruzione, stanno diventando, sempre più, dei cartelli globali, integrati orizzontalmente attraverso i confini nazionali.


Questo è più di un processo di comando top-down. È in evoluzione organica. Tre passi avanti, due indietro. Esiste una grande concorrenza tra le componenti di un determinato cartello, ma esiste anche una cooperazione. E a lungo andare, l'altalena sta inclinando verso la direzione della cooperazione, poiché queste entità si rendono conto che potrebbero avere di più da ottenere in quel modo.

Non posso sottolineare troppo fortemente questo processo di EVOLUZIONE. Tutti i tentativi di avere luogo solo dodici mesi in una stanza fanno precipitare il pianeta tristemente breve.


Invece, col passare del tempo, le persone che guidano un'istituzione potente (come l'Energia, per esempio) guardano e riconoscono più attori importanti, e in questo riconoscimento c'è l'impulso di competere e vincere e distruggere, ma c'è anche l'impulso di costruire comunanza e quindi monopolizzare l'intero territorio.


Durante una conversazione con Ellis Medavoy, maestro propagandista in pensione, gli chiesi dell'entità della cooperazione reciproca nel suo campo specifico, la guerra psicologica.


Lui risponde:

"Venti anni fa, avrei detto che stavamo tutti operando separatamente e gelosamente. Ognuno di noi stava estraendo i propri contatti e costruendo le sue false immagini della realtà per le masse. Ma poi le cose hanno cominciato a cambiare. A livello globale. Prima di tutto, molti di noi stavano spingendo gli stessi ologrammi. E poiché la comunicazione e i viaggi stavano accelerando così rapidamente, stavamo lavorando su molti degli stessi luoghi. Ci saremmo incontrati più spesso. Abbiamo iniziato a condividere informazioni. Voglio dire, è stato cauto. Non stavamo zompando con amore sfrenato, ti assicuro. Il fattore competitivo era ancora forte. E abbiamo litigato. Ma attraverso tutto ciò, abbiamo iniziato a vedere attraverso la nebbia, per così dire. Abbiamo iniziato a capire l'efficacia della cooperazione. Ci verificammo l'un l'altro con informazioni privilegiate, per vedere se potevamo fidarci l'uno dell'altro per mantenerlo privato. Un bocconcino qui, un bocconcino lì.

"E vedi, dietro di noi, anche altri gruppi stavano trovando comunanza. Ad esempio, nell'area della propaganda medica, dove ho operato molto tempo. E questi gruppi hanno visto che potevano unirsi per operazioni specifiche, su scala internazionale. Potrebbero raccontare menzogne enormi a livello globale e tutti i membri della loro classe ne trarranno profitto e acquisiranno un controllo più ampio. Quindi mi troverei a lavorare con un ragazzo della guerra psichica, per esempio, in Francia o in Germania, in una joint venture. Vorremmo strofinare i gomiti. Saremmo nutriti dallo stesso fondamentale trogolo di soldi.
"Saremmo informati da un team di esperti di intelligence, e quegli esperti sarebbero di diverse nazionalità. Lentamente, ho visto emergere un nuovo tipo di struttura ombrello.


 "Vedi, supponiamo che durante l'avvicinamento segreto a una crisi economica pianificata [cartello dei soldi], tu possa distrarre tutti con un'epidemia fasulla [cartello medico]. Vedi? I dirigenti percepiscono una ragione per cooperare. I pianificatori diventano più intelligenti e furbi. Raggiungono le linee che non avrebbero mai raggiunto prima ...

"Inizi a vedere i contorni di una struttura futura molto più inclusiva. Questa è una guerra con molti fronti. "

Richard Bell, un altro ex insider, mi ha detto: "Alla gente piace pensare che il denaro sia tutto. Se riesci a limitare la quantità di denaro che il pubblico ha, alla fine si indeboliscono e franano e sono più facili da controllare. E questo è certamente vero. D'altra parte, mentre le mega-corporazioni guadagnano più potere, autonomia e mercati, si ha uno scontro, perché quelle società, che ora cooperano in modi che non hanno mai fatto, come un cartello per certi aspetti, vogliono i clienti per i loro prodotti. Non vogliono una miseria totale su tutta la linea. Le persone devono essere in grado di acquistare i loro prodotti.
"Quindi c'è un conflitto pesante. È un conflitto tra banchieri d'élite [cartello dei soldi] e mega-corporazioni [cartello delle corporation]. Deve essere risolto attraverso una pianificazione anticipata, a lungo termine. Quindi ora hai questi potenti uomini seduti e parlando in un modo nuovo. Anche altri attori di grande successo sono coinvolti [governo, media, cartelli energetici, ad esempio]. "

Questo è solo l'inizio di ciò che queste persone hanno da dire su Matrix nelle loro interviste e su come funziona VERAMENTE.