-

-
Come evitare il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

domenica 5 gennaio 2020

Le quattro società di revisione e il Deep State: la tragica alleanza

Le quattro società di revisione e il Deep State: la tragica alleanza
Quello che segue è un estratto di Bean Counters: The Triumph of the Accountants e How They Break Break Capitalism, disponibile su Amazon (e su LibGen):
https://www.amazon.it/Bean-Counters-Triumph-Accountants-Capitalism/dp/1786490315


Qui l'estratto in inglese: https://evokeagents.blogspot.com/2020/01/big-four-auditing-firms-and-deep-state.html



GESTIONE DELLE CATASTROFI

Nel 2008, dopo un ritardo di cinque anni, il programma di rifornimento di carburante a reazione su cui il multiforme Dr Stone di KPMG aveva fatto da consulente, alla fine è andato avanti. Divenne presto chiaro che il contratto ventennale di aeromobili strategici con navi cisterna aveva inflitto alle forze armate degli aerei costosi che non erano nemmeno adatti per "aree ad alta minaccia": una sorta di inconveniente per gli aerei militari. Il fiasco ha provocato uno dei rapporti più dannosi dell'Ufficio nazionale di revisione contabile su un importante contratto pubblico, completo del punto nero "non conveniente". L'accordo, afferma l'organo di controllo, era stato concluso "senza una solida valutazione delle strade di approvvigionamento alternative per giustificare il motivo per cui la rotta PFI (NdT: PFI = Iniziativa di Finanziamento Privato) offrisse il miglior rapporto qualità-prezzo". 14

Dal momento che il principale uomo del PFI di KPMG era stato al comando, questo non era troppo sorprendente. Nel 2010, il risultato è stato riassunto dal presidente della commissione per i conti pubblici del Parlamento, all'epoca Sir Edward Leigh. "Introducendo un elemento di finanza privata all'accordo", ha concluso, "il Ministero della Difesa è riuscito a trasformare quello che avrebbe dovuto essere un acquisto relativamente semplice in un incubo burocratico". 15

Tuttavia, un "incubo burocratico" è il sogno di ogni consulente, e con il contribuente che consegna oltre 10 milioni di sterline per "consulenza in materia finanziaria, fiscale e contabile", ancora una volta i contatori di fagioli guidati dal dott. Stone si sono distinti (NdT: contatore di fagioli = termine ironico per descfrivere i revisori contabili). Né la faccenda ha danneggiato il capo dell'unità PFI del Ministero della Difesa che aveva firmato l'accordo, Nick Prior. Quando venne esposta l'entità degli sprechi, Prior era ormai passato attraverso la porta girevole ben oliata tra Whitehall e l'industria PFI per diventare il "capo globale delle infrastrutture" di Deloitte.
Lì si rallegra del ruolo di "principale partner del servizio clienti" per il Ministero della Difesa. 16

Anche con il PFI e il ruolo delle grandi società di contabilità in esso ampiamente screditati, il regime rimane un altro dono del contribuente che continua a pagare ai contatori di fagioli. Quando i trust ospedalieri fregati da contratti PFI troppo costosi inevitabilmente si sono trovati nei guai dopo alcuni anni, i Big Four sarebbero tornati sulla scena vendendo rimedi per gli effetti negativi dei loro magheggi. Nel 2013, il più grande programma PFI per la salute, una riqualificazione di 1,1 miliardi di sterline a St Bartholomew e Royal London, stava consumando 120 milioni di sterline all'anno del budget del trust, gettandolo in un deficit di circa 50 milioni di sterline e costringendo migliaia di tagli di posti di lavoro. La PwC arrivò come specialista di inversione a U, anche se la stessa ditta aveva consigliato con fiducia di firmare l'accordo PFI sette anni prima. Allora, anche il presidente del Trust aveva ammesso: "Se questo fosse il settore privato, saresti in prigione. Questo è ciò che ha messo Enron nei guai. È tutto fuori bilancio. È la terra dei cucù delle nuvole, roba di Alice nel paese delle meraviglie. " 17